MENU
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Il Ringraziamento a New York
Dal 26 novembre al 2 dicembre 2019

PROGRAMMA DI VIAGGIO
 
26 novembre – 1° giorno // Trieste / Francoforte / New York
Ritrovo dei Signori Partecipanti presso l’aeroporto di Trieste. Disbrigo delle formalità ed imbarco sul volo per New York via scalo europeo. Arrivo a New York e trasferimento con pullman all’hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Prima passeggiata esplorativa con l’accompagnatrice. Cena libera.
 
27 novembre – 2° giorno // New York
Prima colazione in hotel. Incontro con la guida e partenza con pullman privato per la visita di questa città cosmopolita, definita un vero e proprio palcoscenico dai molteplici scenari. New York è la porta d’ingresso degli Stati Uniti e ne è diventata il simbolo. Pranzo libero. Pomeriggio a disposizione per visite libere e shopping.
 
28 novembre – 3° giorno // Brooklyn
Prima colazione in hotel. Possibilità di assistere alla sfilata del Ringraziamento. Pranzo e cena liberi.
Nel pomeriggio visita a Brooklyn: ha una sua anima così particolare da sembrare una realtà completamente separata dal resto di New York City. Durante gli anni, questo grande distretto ha saputo unire le diverse culture che lo popolano, plasmando una sua identità, unica ed eterogenea. È simbolo inequivocabile dell’altra New York, quella che non è fatta di altissimi grattacieli e attrazioni famosi, sicuramente meno appariscente, ma più accogliente e più a misura d’uomo. Brooklyn è anche il borough (quartiere) più popolato di New York City. Molti grandi dello spettacolo si sono trasferiti in questo distretto e sono rimasti affascinati dalle sue strade, celebrate anche nelle loro opere. Qui non c’è una Times Square e nessun Empire State Building ma è forse più semplice scoprire la vera New York, quella che rimane esclusa dai soliti itinerari turistici. Appena sotto il ponte si trova il sobborgo di DUMBO, acronimo di Down Under the Manhattan Bridge Overpass, che si sviluppa nei pressi del Manhattan Bridge. Passeggiando tra i palazzi ricavati da antiche fabbriche si arriva sino alla sponda sull’East River per godersi una vista mozzafiato sul Brooklyn Bridge e su Manhattan. Uno scorcio che avrete visto già in tanti film e spot tv. Brooklyn Heights, zona residenziale tra le più particolari di New York City si raggiunge passando proprio sotto al Brooklyn Bridge. Un sobborgo vivo e ricco di tavole calde e caffé, caratterizzato dalle tipiche case a mattoncini rossi. Tra i suoi viali si trovano antichi edifici risalenti al XIX secolo. La Brooklyn Heights Promenade è un percorso pedonale che lascia a bocca aperta con il panorama sulla Lower Manhattan e su Liberty Island, da non perdere! Poco più a nord-ovest c’è un altro quartiere tra i più caratteristici, quello di Williamsburgh, collegato a Manhattan dall’omonimo ponte. È un sobborgo eclettico e profondamente lontano dal consumismo newyorkese.
 
29 novembre – 4° giorno // New York
Prima colazione in hotel, pranzo e cena liberi. Incontro con la guida e partenza per la visita di due grandi distretti con le loro interessanti realtà multietniche: Harlem e il Bronx. Harlem è l’epicentro della cultura afroamericana negli Stati Uniti: attrazione principale è l’Apollo Theater, con il pavimento antistante il teatro costellato dalle stelle di tutti i grandi artisti afroamericani che hanno mostrato il loro talento su questo palco. Tra i tanti che sono stati lanciati da questo teatro c’è Michael Jackson e Ella Fitzgerald. Si prosegue verso lo Yankee Stadium, e la Forham University per raggiungere il Bronx. La nomea del luogo lo fa conoscere come una delle zone più malfamate della città, ma si tratta di un retaggio ormai superato, se si pensa che nel quartiere vi è anche il Riverdale, quartiere residenziale con villette affacciate sul fiume Hudson. Proprio nel Bronx si trova il vero centro della cultura italo-americana a New York: non più Manhattan, dove ormai i residenti sono quasi tutti della vicina Chinatown, con pochi negozi dal sapore italiano e locali più che altro trappola-per-turisti, ma Arthur Avenue: se avete nostalgia di casa, qui potrete gustare specialità italiane ed entrare in contatto con qualche storia interessante, chiacchierando in italiano con la gente del posto. Dopo la visita libera, rientro a Manhattan e pomeriggio a disposizione.
 
30 novembre – 5° giorno // New York
Prima colazione in hotel. Giornata libera o, in alternativa, escursione in compagnia dell’accompagnatrice per visitare il Meatpacking District: un tempo sede di mattatoi e impianti per l’imballaggio, ora è una delle zone più trendy della città. Un’attrazione speciale del Meatpacking District è l’High Line Park: un parco costruito sulla vecchia linea ferroviaria sopraelevata, abbandonata da diversi anni, che offre delle vedute uniche della città dall’alto, circondati da bellissime piante e opere d’arte. Pranzo libero.
 
01 dicembre – 6° giorno // New York / Monaco / Trieste
Mattinata a disposizione.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto, disbrigo delle formalità e partenza per il rientro a Trieste con scalo europeo.
 
02 dicembre – 7° giorno // Italia
Arrivo a Trieste.

VAI A TUTTI I VIAGGI CON L´ESPERTO